Sessualità Maschile

Tempo di lettura: < 1 minuto

Le problematiche sessuali maschili

Le principali alterazioni patologiche della sessualità maschile riguardano il desiderio sessuale, l’erezione, l’eiaculazione, l’orgasmo, il piacere sessuale, il dolore sessuale, le dimensioni e la conformazione dei genitali.

Corteggiamento e conquista

L’uomo sperimenta una difficoltà nell’instaurare e gestire le relazioni interpersonali con potenziali partner sessuali. Tale condizione inibisce l’iniziativa sociale e rende problematica la ricerca di partner sessuali.

Desiderio e frequenza

L’uomo sperimenta un calo del desiderio sessuale rispetto ad un precedente periodo. Il calo può raggiungere la totale assenza del desiderio lasciando inalterata la risposta all’iniziativa sessuale del partner.

Eccitazione ed erezione

L’uomo sperimenta una difficoltà nell’ottenimento e/o nel mantenimento dell’erezione durante l’attività sessuale. Tale condizione rende problematico iniziare e/o proseguire il rapporto sessuale.

Eiaculazione ed Orgasmo

L’uomo sperimenta una difficoltà nella gestione del riflesso eiaculatorio. Una prima condizione è relativa all’immediato raggiungimento del momento eiaculatorio.

Una seconda condizione riguarda la problematicità o l’impossibilità del raggiungimento del momento eiaculatorio.

Fastidio e dolore

In base al momento del suo manifestarsi e al grado di fastidio o dolore sperimentato l’uomo può essere costretto ad interrompere o a non iniziare del tutto il rapporto sessuale.