Sessualità e intimità

Problematiche sessuali maschili e femminili

Le principali alterazioni patologiche della sessualità sia maschile che femminile riguardano il desiderio sessuale, l’eccitazione sessuale, l’orgasmo, il piacere sessuale, il dolore sessuale, le dimensioni e la conformazione del corpo.

A questi aspetti della risposta sessuale si aggiunge la dimensione della soddisfazione personale ed il grado di libertà o controllo che ogni persona può esercitare sulla propria attività intimo-sessuale.

Infatti, ad oggi l’Organizzazione Mondiale della Sanità tende a definire la salute sessuale come uno stato di benessere fisico, emotivo, mentale e sociale in relazione alla sessualità. Non semplicemente l’assenza di malattia, disfunzione o infermità.

La salute sessuale richiede un approccio positivo e rispettoso alla propria sessualità e alle relazioni sessuali in generale, nonché la possibilità di avere esperienze sessuali piacevoli e sicure, prive di coercizione, discriminazione e violenza.

La salute sessuale non può essere definita e compresa senza un’ampia considerazione della sessualità stessa. Quest’ultima infatti viene definita infatti come un aspetto centrale dell’essere umano, per tutto il corso della sua vita.

Una dimensione comprendente sesso, identità e ruoli di genere, orientamento sessuale, erotismo, piacere, intimità e riproduzione. La sessualità è vissuta ed espressa in pensieri, fantasie, desideri, credenze, atteggiamenti, valori, comportamenti, pratiche, ruoli e relazioni.

Tuttavia, mentre la sessualità può includere tutte queste dimensioni, non tutte sono sempre vissute o espresse, in virtù del fatto che la sessualità è influenzata dall’interazione di fattori biologici, psicologici, sociali, economici, politici, culturali, legali, storici, religiosi e spirituali.

Le limitazioni alla propria salute sessuale e all’espressione della propria sessualità possono essere descritte dalle seguenti categorie di condizioni patologiche sia maschili che femminili.

Patologia del corteggiamento e della conquista

La persona sperimenta una difficoltà nell’instaurare e gestire le relazioni interpersonali con potenziali partner sessuali. Tale condizione inibisce l’iniziativa sociale e rende problematica la ricerca di partner sessuali.

E’ importante indagare il ruolo che giocano aspetti del carattere e della personalità, l’immagine corporea, l’autostima sessuale, la conoscenza della funzionalità sessuale e l’esperienze sentimentali pregresse. Ciò può essere dovuto e/o sostenuto da disfunzioni sessuali personali o da aspetti disfunzionali del carattere della persona.

Alterazione del Desiderio sessuale e della frequenza

La persona sperimenta un’alterazione del desiderio sessuale rispetto ad un precedente periodo. Principalmente si tratta di una riduzione dell’interesse sessuale. Limitatamente si tratta di un aumento del desiderio.

Il calo del desiderio può raggiungere la totale assenza del desiderio lasciando però inalterata la risposta all’iniziativa sessuale del partner. Ciò può essere dovuto e/o sostenuto da disfunzioni sessuali personali o da aspetti disfunzionali del carattere della persona. E’ importante indagare gli aspetti biologici, psicologici e sociali della persona.

Disturbo dell’Eccitazione

La donna sperimenta una serie di difficoltà che si manifestano principalmente nella assenza o nella perdita di lubrificazione vaginale durante l’attività sessuale. Tale condizione rende problematico iniziare e/o proseguire il rapporto sessuale.

L’uomo sperimenta una difficoltà nell’ottenimento e/o nel mantenimento dell’erezione durante l’attività sessuale. Tale condizione rende problematico iniziare e/o proseguire il rapporto sessuale.

Ciò può essere dovuto e/o sostenuto da disfunzioni sessuali personali o da aspetti disfunzionali del carattere della persona. E’ importante indagare gli aspetti biologici, psicologici e sociali della persona.

Problematiche Eiaculatorie

L’uomo sperimenta una difficoltà nella gestione del riflesso eiaculatorio. Una prima condizione è relativa all’immediato raggiungimento del momento eiaculatorio. La rapidità dell’eiaculazione può diventare condizione di insoddisfazione e sofferenza per l’uomo e la/il partner.

Una seconda condizione riguarda la problematicità o l’impossibilità del raggiungimento del momento eiaculatorio. La lentezza dell’eiaculazione o l’indeterminabilità del rapporto sessuale può diventare condizione di insoddisfazione e sofferenza per l’uomo e la/il partner.

Entrambe le condizioni possono essere dovute e/o sostenute da disfunzioni sessuali personali o da aspetti disfunzionali del carattere della persona. E’ importante indagare gli aspetti biologici, psicologici e sociali della persona.

Anorgasmia

La persona sperimenta una difficoltà nel raggiungere la soglia orgasmica. Talvolta si può associare anche un calo di piacere dell’orgasmo. Altra condizione riguarda l’assenza permanente dell’orgasmo.

Ciò può essere dovuto e/o sostenuto da disfunzioni sessuali personali o da aspetti disfunzionali del carattere della persona. E’ importante indagare gli aspetti biologici, psicologici e sociali della persona

Fastidio e dolore sessuale

In base al momento del suo manifestarsi e al grado di dolore e paura sperimentato la persona può essere costretta ad interrompere o a non iniziare del tutto il rapporto sessuale.

Ciò può essere dovuto e/o sostenuto da disfunzioni sessuali personali o da aspetti disfunzionali del carattere della persona. E’ importante indagare gli aspetti biologici, psicologici e sociali della persona.

Chiama ora
Bisogno di aiuto?
Lascia un messaggio per informazioni e prenotazioni
Powered by